C'era una volta il bottone...

TEL e FAX : 081-5226556 CEL : 393-0658144
E MAIL : info@bottonificioarienzo.com - info@bottonificioarienzo.info
VIA NAZIONALE DELLE PUGLIE n° 23 - 80013 CASALNUOVO DI NAPOLI (NA)
C'era una volta il bottone..
il corno (di bue e di bufalo), l'osso (di bovini ed equini), la porcellana, il vetro, la madreperla, i metalli, il cuoio, il cartone rivestito di stoffa, e più di recente, le materie plastiche.
I processi tecnologici tramite i quali si realizzano i bottoni si differenziano a seconda delle materie impiegate. Ad esempio i bottoni di avorio vegetale, osso, corno e materiali simili vengono torniti e forati da macchine apposite; i bottoni di vetro si stampano a mano e quindi si rifiniscono alla mola; per i bottoni in metallo in genere si ricorre a sottili lamiere che poi vengono stampate. Per rendersi conto della vasta gamma esistente nella produzione dei bottoni, basti pensare che nell'Ottocento una sola industria francese, nell'arco di cinquanta anni, ha messo in commercio circa seicentomila modelli di bottoni.
Sebbene il bottone sia nato con una ben chiara funzione pratica, molto spesso lo si è utilizzato semplicemente come un accessorio ornamentale. Proprio per tale motivo è stato a lungo un prodotto artistico realizzato esclusivamente dai gioiellieri. Soltanto alla fine del diciottesimo secolo si sviluppò a Birmingham, in Inghilterra, la produzione industriale del bottone. Di lì a poco l'industria del bottone si diffuse in Francia, nel resto d'Europa e in America. Nel corso dei secoli il bottone è stato realizzato in diversi materiali come il legno (soprattutto l'acero, il faggio e l'ontano), l'avorio vegetale (di semi di piante della famiglia delle palme),
Bottonificio Arienzo - Dove Siamo
Bottonificio Arienzo - Breve Storia del Bottone
Bottonificio Arienzo - Prodotti
Bottonificio Arienzo - Novit�
Bottonificio Arienzo - L'Azienda
Bottonificio Arienzo - Home Page
Bottonificio Arienzo - Novita'